Settimana CMMC 2017
Riconoscimento HR
Conversazione e CX
Chatbot questionario
Sogno professionale
Immagini Premi
Advocacy Awards
Serata Premi 2017
CambiareCrescere

Premi CMMC 2017

Management
CEM
APP
Social
Tecnologia
ChatBot


Workshop CEM 2016
Workshop Roma2016
Incontro APP&Digital
Workshop Social CS
Premi Tecnologie-17
Workshop CEM 2016
premio umorismo
indagineCMMC 2016
Viaggio a Roma
PremioSocial 2016
Viaggio a Torino
Digit & Job-parte2
Digit & Job-parte1
Tutto cambia
Viaggio a Bari
Ricerca Digital Int.
Premio Social CRM
Scelta Social C.C.
Nuovi modelli
Barometro Francia
CX criticità
Layout 2013
ManagerCollabora
Collaborazione
Speech Diving
Reg. Opposizioni

Consumatori e CC
Incontri Iscritti
Dossier 2011
Registrazione
Donne gara premi
WebSeminar 2010
Costi CS su Utili
Informazioni CMMC
Protagonisti 2009
Confronti on-line
VirtualAssistantKPI
Workshop 1-2009
C.C. in Italia 2009
Concorso Laureati
Per gli Apprendisti


Meeting 08 - Milano
Workshop 4-2008
Workshop 3-2008
La transizione
Web Seminar 2008
Workshop 2-08
Dopo workshop 1-08
Workshop 1-08
Scenari mercato
Meeting 07-Milano
Web Seminar 2007
Il click to talk
TLMK e dati personali
E-mail, click to talk
Contratti lavoro
Incontri-dibattito
Postazioni CC Italia
Addetti e contratti
Nuove Attività 2007
Attività del 2006
WFManagement-07
Meeting 2-06 Milano
Contratti in Olanda
Certificazione ICIM
Adetti CC all'estero
0 Mercato CRM
Meeting 1-06 Torino
0 Benchmarking 2006
Attività del 2005
Meeting 2-05 Milano
Responsabilita Sociale
Vivere nei CallCenter
CMMC Staffing
Comic Call Power
0 Aste e qualità
Meeting 1-05 Milano
Formazione 2005
0 Motivare operatori
0 Banche costi/cliente
Leadership CC
Meeting 2004 Milano
Esperienze HelpDesk
Meeting 2004 Roma
Supervisori Roma
Fine corso Supervisori
Ricerca Selezione
CC on demand
Indici Valutazione
Valutazione
Formazione 2004
Diploma Supervisori
Dopo Seminario
SeminarioLavoro04
Attività
Incontro Parigi
0 Stress da lavoro
0 Posto di lavoro
0 Udito e cuffie
0 Esperienze e clienti
0 Europa-outsourcing
0 ECCCO-Meeting-ES
3° Meeting 2003
0 Cosa misurare
Master RU 2003
0 Prezzi outsourcerUK
Corso gestionale2
Corso MKT modulo2
Basi di Marketing
0 Customer helping
Corso gestionale1
Corso MKT-03
Decreto lavoro
Report 03 -preview
0 Marketing servizi
Immagini da Parigi
Orario di lavoro
Professionalità
0 Turnover personale
Giornata nazionale
2°Meeting Plan
1°Meeting 2003
Relazione Meeting
Seminario Marketing
Master&Seminari 03
0 Gruppo banche 2002
Outsourcer Vision
0 Conviviale Milano
Assicurazioni Bench
Master Marketing
0 Banche&outsourcing
3° Meeting 2002
0 Riunione Aderenti 02
0 Flash da Master ICT
0 MasterRisorseUmane
Formazione CMMC
Corso Oltre l'e-mail
Corso Gestire e-mail
Master ICT
0 Conviviale Roma
0 SLA nelle telecom
Pubblicità CC DOC
1° Conviviale 2002
2° Meeting 2002
Mondiali calcio
Assoc. Outsourcer
1°Meeting 2002
Pareri 1° Meeting
Public Utilities
Report Ricerche
- Master Benchmark
- 3°Meeting 2001
- Formazione Web CC
- Lavoro a progetto
- Opt-out: norme
Barometro Crm n.2
- 2°Meeting 2001
- 1°Meeting 2001
Ricerche on-line
- L'industria dei CC
- Osservatorio 2000
- Bench Tlc 2001
Bench Tlc (riservato)
Bench Banche/Assic.
- SLA efficaci
- Marchio Web C.C.
- SLA Web Call Center
- Delegazioni CMMC
- 3°Meeting 2000
- 2°Meeting 2000
1°Meeting 2000
- Opportunità sito
Parametri e-mail
- Workshop Web CC
- Opzione co-sourcing
Barometro Crm n.1
Evoluzioni attese
- Lavoro 2001
- Clausole part-time
Consolidamento
- Standard inglesi
Traders on-line
- Banche e Web
- Speech efficace
- New economy
- Incidenza Costi
- Gestire e-mail
Selfservice Solution
- Gara Creatività
- Common needs
Misure omogenee
Bancassicura
- Il Benchmarking
Usi del Benchmark
Costo per contatto
Contatto utile
- Clausole part-time
- Gestione Personale
- SchedeFormazione
- Gestire Uomini
- La Comunicazione
- Il Servizio
- Telelavoro e C.C.
- Gruppo TLC
- Gran Prix 1999
Post-vendita IT
- Servizio 800
- CLI in Italia
- WorkForceManager
- Relazioni 10.12.1999
- Relazioni meeting

Attività del 1999
Attività del 1998
Attività del 1997
Banche e 6 Gennaio
Identificativo call
Il Direttorio
Iniziative all'estero
Applicazioni GSM

Il caso Irlanda
Attese collaboratori
Prezzi TLC

 

 

  

Clausole elastiche e lavoro part-time

Nota a cura di Massimo Pallini (giugno 2000).

La Suprema Corte di Cassazione ha sempre negato la possibilità di prevedere nei contratti di lavoro part time un'articolazione variabile del tempo di lavoro concordato nel contratto individuale (cfr. da ultimo: sent. 17.2.1997 n. 2340; sent. 26.3.1997 n. 2691).
La Corte ha in sostanza inibito l'introduzione delle c.d. clausole elastiche alla luce della disciplina dettata dalla legge n. 863/84 e successive modificazioni ed integrazioni.

Il legislatore ha ora introdotto - con d.lgs. 25.2.2000 n.61 (Attuazione della direttiva 97/81/CE relativa all'accordo quadro sul lavoro a tempo parziale concluso dall'UNICE, dal CEEP e dalla CES) - una disciplina specifica che legittima l'adozione di clausole elastiche del tempo di lavoro nei contratti part time a tempo indeterminato o - nei soli casi di assunzioni per sostituzione di lavoratori assenti con diritto al mantenimento del rapporto ai sensi dell'art.1, comma 2, lett.B) della legge n. 230/62 - a tempo determinato.

L'art. 3, commi 7 - 12, del d.lgs. n.61 prevede che nel contratto di lavoro part-time deve essere sempre tassativamente indicata un'articolazione temporale "rigida" delle prestazioni nel relativo ambito di riferimento (settimana, mese, anno); possono però essere inserite delle clausole elastiche che permettano all'impresa di modificare la collocazione temporale della prestazione lavorativa.
L'inserimento di tali clausole nel contratto individuale è lecito soltanto a condizione che le causali e le modalità a fronte delle quali il datore di lavoro possa variare la collocazione temporale della prestazione siano previste da un contratto collettivo nazionale o territoriale stipulato dai sindacati comparativamente più rappresentativi e applicato ai dipendenti dell'impresa o da un contratto collettivo aziendale stipulato con le rappresentanze sindacali di cui all'art.19 l. 300/70, con l'assistenza - però - dei sindacati che hanno sottoscritto il CCNL applicato.

Il lavoratore che accetta la previsione di clausole elastiche può in qualsiasi momento revocare il suo assenso e tornare all'orario "rigido" se documenta la sussistenza di:
a) esigenze di carattere familiare;
b) esigenze di tutela della salute certificate dal Servizio sanitario pubblico;
c) necessità di attendere ad altra attività lavorativa subordinata o autonoma.
La revoca può essere effettuata in ogni caso soltanto se sono decorsi almeno 5 mesi dalla stipulazione del patto e dovrà essere concesso al datore un preavviso di almeno 1 mese.
I contratti collettivi possono prevedere altre ragioni che legittimino la revoca del lavoratore, in particolare in caso di esigenze di studio o di formazione.

Le variazioni dell'orario di lavoro debbono essere comunicate dal datore al lavoratore di volta in volta con un preavviso di almeno 10 gg..

I lavoratori che accettano l'introduzione delle clausole elastiche hanno diritto ad una maggiorazione della retribuzione oraria nella misura che dovrà essere determinata nel contratto collettivo nazionale, territoriale o aziendale applicato in azienda che disciplina questo tipo di lavoro part-time.

Il patto che permette l'applicazione di clausole elastiche può essere adottato anche nei confronti dei lavoratori che hanno contratti di lavoro part-time già in essere prima dell'entrata in vigore della norma.