Prima Laboratori

AI&CMMC-incontro

Quelli che aspettano..
Elenco incontri
Feedback incontro6
Incontro on-line 6
Feedback incontro5
Incontro on-line 5
Feedback incontro4
Incontro on-line 4
Feedback incontro3
Incontro on-line 3
Feedback incontro2
Incontro on-line 2
Incontro on-line 1
Incontro di avvio

Covid19-Notizie3
Covid19-Notizie2
Covid19-Notizie1
Covid19-Indagine
Covid19-Relazione
Covid19 -Aziende

Serata Premi 2020
Advocacy Awards
Premi CMMC 2020
Laboratorio1 2020
Dossier AI & CMMC
Gruppo AI & CMMC
Industry4.0 - Skill

SettimanaCMMC 2019
Workshop Roma
Workshop Milano

Food-Auto-Transport
Dopo Cultura Ascolto
Laboratorio2 CMMC
Cultura Ascolto
Assocontact 2019
Visita CarcereBollate
Linguaggio Naturale
Professioni Voce NLU
GDPR-Servizio Clienti
Laboratorio1 CMMC

Premi CMMC 2019
Digital CS
AI Chatbot
C Experience
Professioni Digit
ECommerce CEM
Innovazioni
Premi speciali
Premi Manager
Happiness image
Advocacy Awards

Serata Premi 2019
ChatBot v/s IVR

AUGURI 2018-19
Survey CMMCdomani
Progetto Premi 2019
CRM Mkt Automation
Visita Starbucks Mi
Webinar WhatsApp
Chatbot LiveHelp
Settimana CMMC 2018
Cliente Personas
Riflessioni Immagini
Su Costa Diadema
Chatbot e costi
Posti di lavoro UK

Premi CMMC 2018
Tecnologia
CEM
ChatBot
Engagement
Social
APP&ChatBot VA
Digital Age

Immagini serata1

Immagini serata2

Serata Premi 2018
Legge Telemarketing
GPDR-Servizio Clienti
Leggi e Lavoro 2018
Customer Service OK
Ostacoli/Opportunità
Interazioni Assicuraz.
APP foto Settimana
Settimana CMMC 2017
Partecipa Settimana
Disruption BPO
CX, oggi
Contact C. Phigital
Indagine new attività
Lavoro Digitale
Bandi Premi 2018
Vincitori 2001-2017
Riconoscimento HR
Conversazione e CX
Chatbot questionario
Sogno professionale
Immagini Premi
Advocacy Awards
Serata Premi 2017
CambiareCrescere

Premi CMMC 2017

Management
CEM
APP
Social
Tecnologia
ChatBot


Workshop CEM 2016
Workshop Roma2016
Incontro APP&Digital
Workshop Social CS
Premi Tecnologie-17
Workshop CEM 2016
premio umorismo
indagineCMMC 2016
Viaggio a Roma
PremioSocial 2016
Viaggio a Torino
Digit & Job-parte2
Digit & Job-parte1
Tutto cambia
Viaggio a Bari
Ricerca Digital Int.
Premio Social CRM
Scelta Social C.C.
Nuovi modelli
Barometro Francia
CX criticità
Layout 2013
ManagerCollabora
Collaborazione
Speech Diving
Reg. Opposizioni

Consumatori e CC
Incontri Iscritti
Dossier 2011
Registrazione
Donne gara premi
WebSeminar 2010
Costi CS su Utili
Informazioni CMMC
Protagonisti 2009
Confronti on-line
VirtualAssistantKPI
Workshop 1-2009
C.C. in Italia 2009
Concorso Laureati
Per gli Apprendisti


Meeting 08 - Milano
Workshop 4-2008
Workshop 3-2008
La transizione
Web Seminar 2008
Workshop 2-08
Dopo workshop 1-08
Workshop 1-08
Scenari mercato
Meeting 07-Milano
Web Seminar 2007
Il click to talk
TLMK e dati personali
E-mail, click to talk
Contratti lavoro
Incontri-dibattito
Postazioni CC Italia
Addetti e contratti
Nuove Attività 2007
Attività del 2006
WFManagement-07
Meeting 2-06 Milano
Contratti in Olanda
Certificazione ICIM
Adetti CC all'estero
0 Mercato CRM
Meeting 1-06 Torino
0 Benchmarking 2006
Attività del 2005
Meeting 2-05 Milano
Responsabilita Sociale
Vivere nei CallCenter
CMMC Staffing
Comic Call Power
0 Aste e qualità
Meeting 1-05 Milano
Formazione 2005
0 Motivare operatori
0 Banche costi/cliente
Leadership CC
Meeting 2004 Milano
Esperienze HelpDesk
Meeting 2004 Roma
Supervisori Roma
Fine corso Supervisori
Ricerca Selezione
CC on demand
Indici Valutazione
Valutazione
Formazione 2004
Diploma Supervisori
Dopo Seminario
SeminarioLavoro04
Attività
Incontro Parigi
0 Stress da lavoro
0 Posto di lavoro
0 Udito e cuffie
0 Esperienze e clienti
0 Europa-outsourcing
0 ECCCO-Meeting-ES
3° Meeting 2003
0 Cosa misurare
Master RU 2003
0 Prezzi outsourcerUK
Corso gestionale2
Corso MKT modulo2
Basi di Marketing
0 Customer helping
Corso gestionale1
Corso MKT-03
Decreto lavoro
Report 03 -preview
0 Marketing servizi
Immagini da Parigi
Orario di lavoro
Professionalità
0 Turnover personale
Giornata nazionale
2°Meeting Plan
1°Meeting 2003
Relazione Meeting
Seminario Marketing
Master&Seminari 03
0 Gruppo banche 2002
Outsourcer Vision
0 Conviviale Milano
Assicurazioni Bench
Master Marketing
0 Banche&outsourcing
3° Meeting 2002
0 Riunione Aderenti 02
0 Flash da Master ICT
0 MasterRisorseUmane
Formazione CMMC
Corso Oltre l'e-mail
Corso Gestire e-mail
Master ICT
0 Conviviale Roma
0 SLA nelle telecom
Pubblicità CC DOC
1° Conviviale 2002
2° Meeting 2002
Mondiali calcio
Assoc. Outsourcer
1°Meeting 2002
Pareri 1° Meeting
Public Utilities
Report Ricerche
- Master Benchmark
- 3°Meeting 2001
- Formazione Web CC
- Lavoro a progetto
- Opt-out: norme
Barometro Crm n.2
- 2°Meeting 2001
- 1°Meeting 2001
Ricerche on-line
- L'industria dei CC
- Osservatorio 2000
- Bench Tlc 2001
Bench Tlc (riservato)
Bench Banche/Assic.
- SLA efficaci
- Marchio Web C.C.
- SLA Web Call Center
- Delegazioni CMMC
- 3°Meeting 2000
- 2°Meeting 2000
1°Meeting 2000
- Opportunità sito
Parametri e-mail
- Workshop Web CC
- Opzione co-sourcing
Barometro Crm n.1
Evoluzioni attese
- Lavoro 2001
- Clausole part-time
Consolidamento
- Standard inglesi
Traders on-line
- Banche e Web
- Speech efficace
- New economy
- Incidenza Costi
- Gestire e-mail
Selfservice Solution
- Gara Creatività
- Common needs
Misure omogenee
Bancassicura
- Il Benchmarking
Usi del Benchmark
Costo per contatto
Contatto utile
- Clausole part-time
- Gestione Personale
- SchedeFormazione
- Gestire Uomini
- La Comunicazione
- Il Servizio
- Telelavoro e C.C.
- Gruppo TLC
- Gran Prix 1999
Post-vendita IT
- Servizio 800
- CLI in Italia
- WorkForceManager
- Relazioni 10.12.1999
- Relazioni meeting

Attività del 1999
Attività del 1998
Attività del 1997
Banche e 6 Gennaio
Identificativo call
Il Direttorio
Iniziative all'estero
Applicazioni GSM

Il caso Irlanda
Attese collaboratori
Prezzi TLC

  

Industry 4.0
Ampliamento e differenziazione delle competenze nei processi di gestione delle relazioni con i clienti

di Andrea Camerino (*)

La più importante sfida che il settore del Customer Service si ritroverà ad affrontare nell’immediato futuro sarà riuscire a conciliare la propria naturale inclinazione alla personalizzazione della Customer Experience con l’impersonale ma efficace immediatezza dell’automazione tecnologica. Per fronteggiare in maniera produttiva e sostenibile l’impatto della Digital Transformation sui processi di business, è indispensabile pianificare strategie che sappiano interpretare e, al tempo stesso, anticipare le esigenze dei propri clienti, puntando su soluzioni tecnologicamente e funzionalmente sempre più innovative.
Tutto questo senza lasciare mai indietro le persone, che rappresentano il vero motore del cambiamento.

Intelligenza Artificiale e Chatbot

La maggior parte delle aziende del settore, sia produttive che in outsourcing, stanno investendo ingenti somme di denaro nello sviluppo di soluzioni tecnologiche che agevolino i processi e svincolino gli agenti dalla gestione di attività semplici e ripetitive. Sebbene negli ultimi anni, anche in Italia, siano stati fatti molteplici passi in avanti per quanto concerne soprattutto Chatbot ed Intelligenza Artificiale, ci sono ancora diversi problemi da risolvere, la maggior parte dei quali inerenti l’accuratezza delle risposte fornite.
La recente notizia secondo la quale Google sta finalmente terminando di testare Meena, il più innovativo chatbot in via di sviluppo, sembrerebbe ridimensionare i limiti tecnologici dei prodotti attualmente sul mercato. Meena potrà infatti condurre conversazioni più sensibili e specifiche rispetto ai chatbot esistenti, basandosi su un modello conversazionale neurale end-to-end in grado di prendere in considerazione un’enorme quantità di parametri differenti (oltre 2,6 miliardi). Secondo uno studio pubblicato su arXiv, Meena sarà in grado di “parlare di qualsiasi cosa”, in quanto il suo SSA (Sensibleness and Specificity Average), una metrica per misurare la pertinenza ed affidabilità delle risposte fornite in una conversazione, si avvicina al 79%, contro l’86% della conversazione umana e il 30%-60% degli altri chatbot in circolazione.

Nuovi strumenti per battere la concorrenza

In uno scenario in continua evoluzione come quello rappresentato dalla “Quarta Rivoluzione Industriale” (Industry 4.0), oltre alla tecnologia in senso stretto, giocheranno un ruolo progressivamente sempre più importante anche le aziende e, soprattutto, le persone che le costituiscono.
La capacità di utilizzare al meglio le competenze tecniche e specialistiche (skill) delle risorse a propria disposizione sarà lo strumento più efficace per personalizzare la Customer Experience e valorizzare la relazione con i propri clienti. Al di là di un evidente taglio dei costi operativi, la cosiddetta “Rivoluzione dei Chatbot e dell'AI” in area Customer Service fornirà alle aziende più virtuose e lungimiranti anche un’irripetibile opportunità per ottenere un vantaggio competitivo sulla concorrenza.
A condizione, però, che si muovano in fretta, garantendo una accurata riorganizzazione interna della propria struttura operativa e pianificando interventi formativi, a medio e lungo termine, che prevedano l’insegnamento di nuove competenze per svolgere il proprio lavoro (Upskilling) o di nuove competenze ai fini dello svolgimento di un lavoro diverso (Reskilling).

Posti di lavoro a rischio automazione

In un dettagliato e, per certi versi, angosciante studio di qualche tempo fa, i ricercatori dell’Università di Oxford hanno analizzato l’impatto dell’automazione industriale sul mondo del lavoro in USA, passando a rassegna diverse centinaia di professioni ed evidenziando quelle potenzialmente più a rischio. Lo studio ha stabilito che il 47% dei lavoratori sono ad alto rischio di automazione mentre il 19% a medio rischio. Questo significa che solo un terzo dei lavoratori attualmente impiegati può sentirsi relativamente al sicuro dall’essere sostituito nei prossimi 10-20 anni.
Un altro report piuttosto interessante, elaborato dal McKinsey Global Institute, ha stabilito che, entro il 2030, circa il 14% della forza lavoro globale, potrebbe aver bisogno di cambiare la propria categoria professionale, come conseguenza delle trasformazioni che digitalizzazione, automazione ed intelligenza artificiale stanno introducendo nel mondo del lavoro.

Sviluppo delle competenze tecniche e relazionali delle risorse umane
Sebbene, come dichiara anche lo stesso Jerry Kaplan in “Artificial Intelligence: What Everyone Needs to Know”, i lavori che richiedono una “connessione intuitiva” con altre persone, come ad esempio gestire le problematiche complesse dei propri clienti, avranno maggiore probabilità di resistere all’automazione nel prossimo futuro, ciò sarà possibile solo a condizione che i lavoratori coinvolti abbiano intrapreso un percorso di ampliamento delle proprie conoscenze e competenze.
Al di là di un auspicabile contenimento di eventuali criticità di ordine occupazionale, la possibilità di impiegare parte dei propri lavoratori in attività più specialistiche e differenziate, garantirebbe alle aziende anche un importante apporto di preziose risorse da impiegare in attività a maggior valore aggiunto, contribuendo a migliorare la Customer Experience e a rendere le interazioni con i propri clienti sempre più efficaci ed efficienti, sia in termini operativi che strettamente commerciali.
L’implementazione di sessioni di formazione continua in azienda consentirà alle persone di adattarsi con maggiore elasticità alle mutevoli esigenze del mercato, rispondendo in maniera sempre più puntuale alla costante domanda di innovazione richiesta dalle più recenti strategie di trasformazione digitale.
In alcuni casi, la capacità di sviluppare competenze inespresse oppure non sufficientemente utilizzate, potrebbe anche portare alla creazione di una nuova categoria professionale, dai connotati più marcatamente analitici, in grado di porsi come indispensabile interfaccia fra uomo e macchina.
In altre parole, un ex-addetto al Customer Service, se adeguatamente formato, potrebbe diventare il professionista più adatto ad interagire funzionalmente con i chatbot, supervisionando la loro operatività e mitigando proattivamente l’impatto dell’automazione tecnologica sui clienti.


(*) Con una esperienza di oltre 15 anni, ha ricoperto tutte le principali funzioni in ambito CRM, lavorando sia per aziende in outsourcing che produttive. Durante questo periodo, non ha mai trascurato la scrittura, una delle sue più grandi passioni, collaborando come giornalista freelance per diverse testate specializzate o generaliste, sia offline che online.