anteprima Premi2019
CRM Mkt Automation
Visita Starbucks Mi
Webinar WhatsApp
Chatbot LiveHelp
Settimana CMMC 2018
Cliente Personas
Riflessioni Immagini
Su Costa Diadema
Chatbot e costi
Posti di lavoro UK

Premi CMMC 2018
Tecnologia
CEM
ChatBot
Engagement
Social
APP&ChatBot VA
Digital Age

Immagini serata1

Immagini serata2

Serata Premi 2018
Legge Telemarketing
GPDR-Servizio Clienti
Leggi e Lavoro 2018
Customer Service OK
Ostacoli/Opportunità
Interazioni Assicuraz.
APP foto Settimana
Settimana CMMC 2017
Partecipa Settimana
Disruption BPO
CX, oggi
Contact C. Phigital
Indagine new attività
Lavoro Digitale
Bandi Premi 2018
Vincitori 2001-2017
Riconoscimento HR
Conversazione e CX
Chatbot questionario
Sogno professionale
Immagini Premi
Advocacy Awards
Serata Premi 2017
CambiareCrescere

Premi CMMC 2017

Management
CEM
APP
Social
Tecnologia
ChatBot


Workshop CEM 2016
Workshop Roma2016
Incontro APP&Digital
Workshop Social CS
Premi Tecnologie-17
Workshop CEM 2016
premio umorismo
indagineCMMC 2016
Viaggio a Roma
PremioSocial 2016
Viaggio a Torino
Digit & Job-parte2
Digit & Job-parte1
Tutto cambia
Viaggio a Bari
Ricerca Digital Int.
Premio Social CRM
Scelta Social C.C.
Nuovi modelli
Barometro Francia
CX criticità
Layout 2013
ManagerCollabora
Collaborazione
Speech Diving
Reg. Opposizioni

Consumatori e CC
Incontri Iscritti
Dossier 2011
Registrazione
Donne gara premi
WebSeminar 2010
Costi CS su Utili
Informazioni CMMC
Protagonisti 2009
Confronti on-line
VirtualAssistantKPI
Workshop 1-2009
C.C. in Italia 2009
Concorso Laureati
Per gli Apprendisti


Meeting 08 - Milano
Workshop 4-2008
Workshop 3-2008
La transizione
Web Seminar 2008
Workshop 2-08
Dopo workshop 1-08
Workshop 1-08
Scenari mercato
Meeting 07-Milano
Web Seminar 2007
Il click to talk
TLMK e dati personali
E-mail, click to talk
Contratti lavoro
Incontri-dibattito
Postazioni CC Italia
Addetti e contratti
Nuove Attività 2007
Attività del 2006
WFManagement-07
Meeting 2-06 Milano
Contratti in Olanda
Certificazione ICIM
Adetti CC all'estero
0 Mercato CRM
Meeting 1-06 Torino
0 Benchmarking 2006
Attività del 2005
Meeting 2-05 Milano
Responsabilita Sociale
Vivere nei CallCenter
CMMC Staffing
Comic Call Power
0 Aste e qualità
Meeting 1-05 Milano
Formazione 2005
0 Motivare operatori
0 Banche costi/cliente
Leadership CC
Meeting 2004 Milano
Esperienze HelpDesk
Meeting 2004 Roma
Supervisori Roma
Fine corso Supervisori
Ricerca Selezione
CC on demand
Indici Valutazione
Valutazione
Formazione 2004
Diploma Supervisori
Dopo Seminario
SeminarioLavoro04
Attività
Incontro Parigi
0 Stress da lavoro
0 Posto di lavoro
0 Udito e cuffie
0 Esperienze e clienti
0 Europa-outsourcing
0 ECCCO-Meeting-ES
3° Meeting 2003
0 Cosa misurare
Master RU 2003
0 Prezzi outsourcerUK
Corso gestionale2
Corso MKT modulo2
Basi di Marketing
0 Customer helping
Corso gestionale1
Corso MKT-03
Decreto lavoro
Report 03 -preview
0 Marketing servizi
Immagini da Parigi
Orario di lavoro
Professionalità
0 Turnover personale
Giornata nazionale
2°Meeting Plan
1°Meeting 2003
Relazione Meeting
Seminario Marketing
Master&Seminari 03
0 Gruppo banche 2002
Outsourcer Vision
0 Conviviale Milano
Assicurazioni Bench
Master Marketing
0 Banche&outsourcing
3° Meeting 2002
0 Riunione Aderenti 02
0 Flash da Master ICT
0 MasterRisorseUmane
Formazione CMMC
Corso Oltre l'e-mail
Corso Gestire e-mail
Master ICT
0 Conviviale Roma
0 SLA nelle telecom
Pubblicità CC DOC
1° Conviviale 2002
2° Meeting 2002
Mondiali calcio
Assoc. Outsourcer
1°Meeting 2002
Pareri 1° Meeting
Public Utilities
Report Ricerche
- Master Benchmark
- 3°Meeting 2001
- Formazione Web CC
- Lavoro a progetto
- Opt-out: norme
Barometro Crm n.2
- 2°Meeting 2001
- 1°Meeting 2001
Ricerche on-line
- L'industria dei CC
- Osservatorio 2000
- Bench Tlc 2001
Bench Tlc (riservato)
Bench Banche/Assic.
- SLA efficaci
- Marchio Web C.C.
- SLA Web Call Center
- Delegazioni CMMC
- 3°Meeting 2000
- 2°Meeting 2000
1°Meeting 2000
- Opportunità sito
Parametri e-mail
- Workshop Web CC
- Opzione co-sourcing
Barometro Crm n.1
Evoluzioni attese
- Lavoro 2001
- Clausole part-time
Consolidamento
- Standard inglesi
Traders on-line
- Banche e Web
- Speech efficace
- New economy
- Incidenza Costi
- Gestire e-mail
Selfservice Solution
- Gara Creatività
- Common needs
Misure omogenee
Bancassicura
- Il Benchmarking
Usi del Benchmark
Costo per contatto
Contatto utile
- Clausole part-time
- Gestione Personale
- SchedeFormazione
- Gestire Uomini
- La Comunicazione
- Il Servizio
- Telelavoro e C.C.
- Gruppo TLC
- Gran Prix 1999
Post-vendita IT
- Servizio 800
- CLI in Italia
- WorkForceManager
- Relazioni 10.12.1999
- Relazioni meeting

Attività del 1999
Attività del 1998
Attività del 1997
Banche e 6 Gennaio
Identificativo call
Il Direttorio
Iniziative all'estero
Applicazioni GSM

Il caso Irlanda
Attese collaboratori
Prezzi TLC
  

“Privacy & Customer Service con il GDPR”

- Responsabile Protezione Dati

Incontro organizzato dal Club CMMC in collaborazione con Altroconsumo.


Data: martedì 13 marzo 2018 --- dalle 9,30 alle 12,30----fatto!!

Sede dell’incontro: Altroconsumo - Via Valassina 22 - Milano

Agenda
- Cosa cambia nelle aziende con l’applicazione del GDPR
- L'impatto del GDPR rispetto alle attività del Customer Service
- Casi concreti condivisi e affrontati con gli esperti del settore.

Relatori:
Marco Maglio,
Studio Maglio & Partners
Danilo Mimmi, Altroconsumo

Premessa
Il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR), che sarà direttamente applicabile a partire dal 25 maggio 2018 impone di dare un supporto informativo/formativo al personale dei customer care. Si tratta di capire come vengono gestiti i dati utilizzati nell'ambito delle attività del servizio clienti e i consensi al trattamento dei dati personali. Quale impatto operativo ci sia. Quali siano le responsabilità.
Ci siamo dati un po’ di tempo per l’impostazione del programma, perché, prima le aziende hanno dovuto fare le loro verifiche interne sugli effetti prodotti dall’entrata in vigore della normativa e hanno deciso la loro strategia.
Poi stanno affrontando gli impatti in ciascuna funzione: di marketing, commerciale, ecc…
Quella dei front e del back office del servizio clienti resta comunque una delle prime aree di intervento.

Alcune note dopo incontro
In base alla impostazione del Regolamento, i dati personali sono una “materia prima”. Alle aziende serve avere un nuovo modello di business che consenta di valorizzare il dato.
Cambia lo stile dell’Informativa, che deve comunicare, ad esempio usando tabelle, ma anche infografiche, simboli e videoclip.
Cambia il Consenso, deve essere specifico per una certa attività, ma anche per più livelli di attività. Deve essere espresso.
Il consumatore diventa protagonista.
Le attività della Privacy non sono più accessorie, ma prioritarie.
Il nuovo Registro dei Trattamenti è uno strumento di lavoro a disposizione del titolare.
Il Responsabile DPO ha un ruolo di consulente, di supporto, per custodire ed aggiornare la documentazione. Il nominativo del DPO va comunicato al Garante e deve essere presente nell’informativa. Il DPO non è obbligatorio.
Da segnalare nuovi diritti del consumatore: il diritto all'oblio (ottenere dal titolare la cancellazione dei propri dati personali), la limitazione d'uso dei dati a precise finalità e la portabilità del dato (quando il consumatore richiede trasferimento ad altro titolare).

Per iscritti CMMC:
- consultare presentazione dell'Avv. M. Maglio


- consultare presentazione
Danilo Mimmi, Altroconsumo

La data protection sarà sempre di più un fattore competitivo e favorirà le aziende che capiranno che non si tratta più solo di una serie di adempimenti da gestire, ma di un processo organizzativo aziendale che ha natura produttiva e non solo normativa (Avv. Marco Maglio).

foto di gruppo dei partecipanti
(il gruppo non é al completo in quanto alcuni non si sono fatti ritrarre per motivi di privacy)

Per informazioni: Segreteria Club CMMC: Laura Cappetti
tel.02 72021195 - e-mail: info@club-cmmc.it


Si ringrazia Altroconsumo

La figura del Data Protection Officer (DPO), come previsto dal nuovo regolamento europeo sulla privacy, sarà obbligatoria per tutti i 28 Stati Ue a partire da maggio 2018 (GDPR – General Data Protection Regulation).
Muovendosi nell’ambito dell’osservazione, della valutazione e della gestione del trattamento dei dati personali, tale figura deve destreggiarsi tra competenze molto diverse tra loro, che spaziano dall’informatica al diritto, dall’analisi dei processi aziendali alla valutazione del rischio.
Sebbene molti aspetti siano ancora in fase di chiarimento, ciò che emerge dall’analisi delle regolamentazioni esistenti è la necessità di creare una figura che sia in grado di operare in condizioni di terzietà e indipendenza rispetto alle altre figure apicali; inoltre, vista la centralità dei “dati” rispetto alle trasformazioni digitali nelle organizzazioni, il DPO sarà chiamato ad interpretare le esigenze del business, contribuendo - al pari delle altre figure qui descritte - a sviluppare quel collante fondamentale tra la definizione delle strategie e la loro implementazione.
Tratto da:
La leadership manageriale nell'era della trasformazione digitale (e oltre)


Dal 25 maggio, il Gdpr riguarderà anche tutti i trattamenti effettuati da data controller (in italiano, titolari del trattamento) o data processor (in italiano, responsabili del trattamento) non stabiliti sul territorio dell’UE purché questi: riguardino l’offerta di beni o servizi offerti, anche gratuitamente, a persone fisiche (c.d. interessati) all’interno dell’UE; riguardino dati raccolti attraverso il monitoraggio dei comportamenti dei soggetti interessati, svolti sul territorio UE.
La portata di questa norma è semplicemente rivoluzionaria. Il Gdpr incarna la norma più avanzata allo stato attuale volta a superare i tradizionali confini posti dalla territorialità, dal foro competente, dalla giurisdizione applicabile basata su equilibri geopolitici e dal principio di stabilimento.
Il legislatore europeo ha colto l’impossibilità di far rispettare sul web le leggi come tradizionalmente scritte laddove ancorate al solo principio di stabilimento e di conseguenza con il Gdpr viene invertito il criterio di determinazione della legge applicabile con uno straordinario capovolgimento dei soggetti attori: a determinare la legge applicabile non sarà più il luogo in cui è stabilito il titolare del trattamento, ma il luogo in cui risiede, vive e opera l’interessato persona fisica, se stabilito nel territorio dell’Unione Europea. La forza di questa norma, unitamente alle sanzioni parametrate, nel massimo, fino al 4% del fatturato annuo mondiale del trasgressore, giustifica l’attenzione che nel mondo tutti gli attori economici e politici stanno mettendo nel seguire le dinamiche applicative del Gdpr.
Tratto da:
"Gdpr, a chi si applica davvero?" di Rocco Panetta

foto della visita al centro di contatto di Altroconsumo